Positano

Positano

Positano i monumenti  costituiti soprattutto da reperti di varie epoche.
Tra questi, quelli più interessanti, sono quelli conservati assieme ai resti delle Torri di guardia che,
anticamente, servivano per gli avvistamenti delle navi e per cercare di impedire gli sbarchi dei pirati o, più in generale, degli invasori.
Parlare delle Torri di Positano è come parlare di una parte importante della storia di Positano perché testimoniano quanto fosse concreto e sentito il problema degli sbarchi dei saraceni in Costiera Amalfitana.
Tra queste merita attenzione la Torre della Sponda che si trova nella zona alta che sovrasta la Marina Grande di Positano.
Ormai inutilizzata, essa fu smobilittata nel 1758 e, successivamente, dal 1817 divenne una abitazione privata.
La Torre Trasita, invece, si trova a metà strada lungo il percorso che porta dalla Marina Grande alla spiaggia di
Fornillo e, secondo una opinione diffusa, si chiama così proprio per la zona in cui è sorta. Seguì le stesse sorti della Torre della Sponda, ma nel 1950 è stata massicciamente restaurata.
Sempre tra le Torri di Positano, inoltre, la Torre di Fornillo è la più recente perché realizzata nel ‘500. Come le altre due fu smobilitata nel 1758 e venduta nel 1817. Nel 1930, invece, fu restaurata.
I resti di un’ ultima torre – di epoca angioina – infine si trovano sugli isolotti de “Li Galli”, ma proprio per la sua importantissima posizione aveva una particolarità: la torre de “Li Galli, infatti, aveva un suo castellano. Figura che
mantenne a lungo prima di divenire motivo di attrazione per le celebrità che ha ospitato a partire dal 1925 in poi.
Oltre alle Torri ed alle chiese Positano presenta anche alcune stupende ville settecentesche.
Alcune di queste ultime – le ville settecentesche di Positano – sono state trasformate in alberghi ma conservano intatto il loro antico fascino.
Tra le ville che meritano di essere ammirate figurano: Palazzo Murat (che si trova lungo la strada che porta al mare), Villa Sersale che si trova in Via Cristoforo Colombo, ed ancora Villa Orseola (ex Villa Margherita),
Villa Stella romana ed altre ancora.

Positano e vicino Positano

A sole 5 miglia di distanza si raggiunge l’incantevole grotta dello smeraldo, e subito dopo passando dinanzi alla villa di Sofia Loren e all’ arco dei baci Perugina
si arriva ad Amalfi, Repubblica marinara e sede dei dogi, dove potrete visitare l’arsenale della Repubblica, la fabbrica della carta, il duomo, e magari concedersi in una passeggiata nelle strette stradine del paese accompagnati dal profumo
dei famosi limoni di Amalfi.
Subito dinanzi Positano divisi solo da un fazzoletto di mare si trovano le bellissime isole li galli, un luogo che racchiude una storia millenaria, mitologica e anche fatata.
Isola di Rudolf Nurajev fino agli anni 80 fu comprata da un albergatore di Sorrento e adesso è ancora privata e per questo motivo non la si può visitare, ma concedersi un bagno nelle acque cristalline lascierebe appagato anche il più esigente.
Dalle stesse isole perdendo lo sguardo verso ponente potrete ammirare i famosissimi faraglioni di capri, che si trova a soli 12 miglia di distanza da Positano facilmente raggiungibile dalla barca con lo staff di CHARTR YACHT.
Sempre poco distante da Positano si trova Sorrento, che fu casa per molti imperatori romani.
Molto interessante può essere una gita in taxi verso Pompei ed Ercolano, dove potrete visitare le famose chiese e gli scavi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *